Cosa fare? – Medicazione

Ecco le 10 cose da fare e non fare per le medicazioni!

 

Sono tantissime le tipologie di medicazioni e la scelta va fatta in base alla ferita da trattare. In genere si distinguono due categorie di medicazioni:

  • Medicazione tradizionale: detta “semplice”, si definisce primaria, cioè a diretto contatto con la cute lesa con una funzione di protezione, copertura e anche assorbimento dell’essudato.
  • Medicazione complessa: detta “complessa”, si definisce quel materiale di copertura che abbia caratteristiche di biocompatibilità per mantenere un microambiente umido nell’interfaccia tra lesione e medicazione.
    Queste ultime promuovono il processo di riparazione tissutale, proteggono da infezioni esogene e mantengono temperatura costante e permeabilità all'ossigeno.
    In caso di ferite infette dovrebbero essere utilizzate anche medicazioni ad azione antimicrobica.

Una corretta medicazione dovrebbe proteggere la ferita da tutti i batteri che potrebbero infettarla. Prima di tutto la zona da medicare dovrebbe essere ben idratata. Qualsiasi trattamento topico, per quanto efficace possa essere, non può sostituire una corretta mobilizzazione e della cura della persona sotto l’aspetto.

 

Ricordati di affidarti sempre a professionisti qualificati per le tue prestazioni infermieristiche.

 

Se non sai dove trovare un professionista chiedi al tuo farmacista di fiducia di PharmaCare.

Segui la nostra sezione News per trovare le altre cose da fare e da non fare cliccando QUI